9 Dicembre 2021

Reggia di Caserta, misteri, miti e leggende nella “fortezza” campana

Reggia di Caserta, misteri, miti e leggende nella "fortezza" campana

Reggia Caserta

La reggia di Caserta (Caserta reggia) è uno storico palazzo reale, con parco annesso, situata a Caserta. Commissionata nel XVIII secolo da Carlo di Borbone, re di Napoli e di Sicilia, su progetto di Luigi Vanvitelli, occupa un’area di 47 000 m² e, con oltre 1 000 000 m³, è la residenza reale più grande al mondo per volume. Nel 1997 è stata dichiarata dall’UNESCO, assieme all’Acquedotto Carolino e al complesso di San Leucio, patrimonio dell’umanità. Il complesso della reggia costituisce uno dei musei statali italiani, cui nel 2016 è stata concessa l’autonomia speciale dal Ministero della cultura.

Re Ferdinando IV di Napoli elesse la reggia di Caserta a propria residenza di caccia, convincendosi a lasciare il Palazzo Reale di Portici dopo l’eruzione del Vesuvio del 1767. Sua moglie, Maria Carolina, si prese a cuore la decorazione del nuovo palazzo dimostrando un gusto particolare, riunendo a Caserta un’importante pinacoteca ed una notevole collezione di porcellane.

La proclamazione della Repubblica Partenopea nel 1799 espropriò il palazzo e le altre proprietà della corona alla famiglia reale che in quel medesimo anno chiese aiuto agli altri regnanti d’Europa per salvarsi dalle ondate rivoluzionarie nel Regno di Napoli. L’edificio non subì grandi danni, ma venne depredato di gran parte del prezioso mobilio interno, di cui alcuni pezzi vennero recuperati in seguito con la Restaurazione.Fu la stessa regina ad occuparsi di questo aspetto della struttura, facendole riprendere l’aspetto che sostanzialmente mantiene ancora oggi.

Reggia di Caserta storia

Nel 1806, Napoleone conquistò il Regno di Napoli e ne concesse la corona a suo fratello Giuseppe. La famiglia reale borbonica dovette cercare rifugio in Sicilia abbandonando tutte le proprietà alla penisola, che passarono di mano al nuovo re. Con la conquista della Spagna nel 1808, Giuseppe venne inviato come sovrano del nuovo stato conquistato e Gioacchino Murat prese il suo posto come re di Napoli. Murat ebbe sempre una particolare predilezione per il palazzo di Caserta dove fece realizzare un intero appartamento di stile impero.

Dopo il Congresso di Vienna del 1815, venne restaurata la monarchia borbonica nel nuovo Regno delle Due Sicilie. Successivamente, il palazzo servì come residenza di caccia dei re borbonici, ma entrò in uno stato di decadenza. Nel 1860 l’intero regno venne incorporato nel neonato Regno d’Italia ed il palazzo venne utilizzato occasionalmente per alcuni membri di casa Savoia come per Emanuele Filiberto-duca d’Aosta, sino a quando Vittorio Emanuele III non lo cedette allo stato italiano nel 1919.

Reggia di Caserta orari

Ingresso Appartamenti storici:

Apertura: 8:30 – 19:30

Chiusura biglietteria: 18:45

Ultimo ingresso: 19:00

Uscita dal museo: 19:25

Orario ingresso al  Parco :

Orario di Apertura 8.30

 

Gennaio         -ultimo ingresso- 15:00 -chiusura- 16:00


Febbraio        -ultimo ingresso- 15:30 -chiusura- 16:30


Marzo            -ultimo ingresso- 16:00 -chiusura- 17:00


Aprile             -ultimo ingresso- 18:00 -chiusura- 19:00


Maggio          -ultimo ingresso- 18:00 -chiusura- 19:00


Giugno          -ultimo ingresso- 18:00 -chiusura- 19:00


Luglio            -ultimo ingresso- 18:00 -chiusura- 19:00


Agosto          -ultimo ingresso- 18:00 -chiusura- 19:00


Settembre    -ultimo ingresso- 18:00 -chiusura- 19:00


Ottobre         -ultimo ingresso- 16:30 -chiusura- 17:30


Novembre     -ultimo ingresso- 14:30 -chiusura- 15.30


Dicembre     -ultimo ingresso-  14:30  -chiusura- 15.30

Reggia di Caserta prezzi

I prezzi del biglietto

Il costo del biglietto per gli appartamenti storici e per il parco e il giardino inglese è di € 12,00 (intero) o € 6,00 (ridotto). Il biglietto per gli appartamenti storici, acquistabile solo quando il parco è chiuso, è di € 9,00 (intero), o di € 4,50 (ridotto).